Conca dei Marini (SA): la Guardia di Finanza sequestra un manufatto abusivo in zona vincolata. Denunciati tre responsabili.

I finanzieri della Sezione Operativa Navale di Salerno, nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di polizia ambientale e controllo economico del territorio, disposti dal Reparto Operativo Aeronavale di Napoli, su delega della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno, hanno sequestrato, in località Via Panoramica del Comune di Conca dei Marini (SA), un manufatto di pertinenza di un immobile. Dal controllo è emerso che, su di un terrazzo scoperto, la proprietaria aveva realizzato in difformità ai titoli autorizzativi, un manufatto di oltre 40 metri quadri, commettendo numerose irregolarità dal punto di vista paesaggistico e con un aggravio del carico urbanistico, in quanto la struttura era stata completamente coperta con lastre di plexiglas e lateralmente chiusa con teli di plastica avvolgibili. Per l’abuso accertato sono stati deferiti alla competente A.G., la proprietaria dell’immobile, il direttore dei lavori ed il titolare di una ditta edile, che dovranno rispondere delle violazioni in materia urbanistica e paesaggistica. Gli abusi perpetrati ricadono, ancora una volta, all’interno del perimetro del Parco Regionale dei Monti Lattari, zona riconosciuta “patrimonio dell’Umanità” dall’UNESCO. L’operazione si è svolta con la collaborazione del personale della Polizia Municipale e dell’Ufficio Tecnico del Comune di Conca dei Marini. Il capillare e costante monitoraggio del territorio, da parte dei militari della Guardia di Finanza di Salerno, garantito attraverso una costante attività si sorveglianza della costa mediante l’ausilio dei sofisticati mezzi aeronavali del Corpo, consente di svelare i numerosi abusi perpetrati a carico di un territorio di elevatissimo pregio, che, proprio per il suo valore, è soggetto ad un’azione di costante aggressione, mediante abusi che, il più delle volte, sono di carattere puramente speculativo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *