Polla (SA): dalla ragione alla “Regione”. Continua l’iniziativa referendaria pro Basilicata.

CLICCA PER GUARDARE L’INTERVISTA

CLICCA PER GUARDARE IL SERVIZIO

Quale strada seguire? questa è la domanda che da tempo i cittadini del Vallo di Diano si pongono per risolvere le molteplici problematiche che affliggono un territorio da sempre considerato una “terra di mezzo”, divisa tra la Campania e la Basilicata. Una ragione per chiedere alle istituzioni più attenzione verso una periferia al “centro” da sempre di interessi politici ed economici. A sostenere l’ipotesi dell’accorpamento in Basilicata e l’abbandono della Campania. è Vitantonio Capozzi, promotore della raccolta firme per la costituzione di un “Comitato” per chiedere il referendum popolare per il passaggio del Comune di Polla alla vicina e confinante Regione Basilicata. Al momento sono più di trecento le firme raccolte. La soglia minima per la nascita del comitato e l’indizione del referendum popolare è di 550 elettori iscritti al 31 dicembre 2013 all’Ufficio elettorale del comune di appartenenza. Il secondo passaggio invece riguarda l’accoglimento della proposta da parte del Consiglio comunale e successivamente altri passaggi burocratici, che porteranno eventualmente all’indizione di due giornate referendarie, in cui i cittadini verranno chiamati ad esprimere il loro parere.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *