Padula (SA): la Guardia di Finanza denuncia due imprenditori. Sequestrati 400 mila euro

La Guardia di Finanza di Sala Consilina, guidata dal Tenente Giuseppe Mosca, ha sottoposto a sequestro preventivo “per equivalente” un immobile a Salerno, conti correnti e titoli per un valore complessivo di 400 mila euro,  in esecuzione di un decreto emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Lagonegro, nei confronti di due imprenditori residenti nel salernitano, già indagati a piede libero per frode fiscale dalla Procura della Repubblica di Sala Consilina. Gli accertamenti, condotti dalle Fiamme Gialle dal gennaio 2013, anche mediante l’utilizzo delle indagini finanziarie nei confronti di una società di capitali, operante nella commercializzazione di prodotti informatici, musica e supporti audiovisivi già con sede a Padula,  hanno evidenziato che l’impresa aveva totalmente occultato al Fisco il proprio volume d’affari conseguito per l’anno 2010, nonostante per le annualità pregresse avesse comunque dichiarato una elevata redditività. Sono oltre 21 i milioni di euro che i  due imprenditori, avvicendatasi nell’amministrazione,  hanno sottratto complessivamente all’Erario, omettendo inoltre di versare un’imposta sul valore aggiunto per circa 3 milioni di euro ed un milione di imposta regionale sulle attività produttive. Gli indagati, poi, per sottrarsi alle indagini e per evitare che l’azione ispettiva delle Fiamme Gialle arrivasse a scoprire la loro attività fraudolenta avevano attuato il trasferimento cartolare della sede legale dell’azienda a San Giuseppe Vesuviano, in provincia di Napoli, nell’ottobre del 2013 cessando contestualmente ogni operatività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *