Cilento: arresti e denunce tra Eboli e Sapri, tra armi e droga

I carabinieri della Compagnia Carabinieri di Vallo della Lucania (SA) e della Stazione Carabinieri di Acquavella (SA), in collaborazione con i militari della Tenenza di Cava de’ Tirreni e delle Stazioni Carabinieri San Gennaro Vesuviano (NA), San Giuseppe Vesuviano (NA) e Ottaviano (NA) hanno eseguito 5 misure cautelari agli arresti domiciliari emesse dal GIP presso il Tribunale di Vallo della Lucania su richiesta del PM Alfredo Greco della locale Procura della Repubblica coordinata dal Procuratore Giancarlo Grippo, per i retai di estorsione, danneggiamento seguito da incendio e sequestro di persona. L’attività investigativa,  fa riferimento ad un incendio dello scorso 22 settembre 2012. Il rogo aveva interessato un’autovettura e un deposito di attrezzature balneari di proprietà di un imprenditore di Casal Velino. Le indagini hanno  consentito di dimostrare l’intendimento degli indagati di costringere la vittima a corrispondere somme di denaro non dovute e a cedere loro l’attività imprenditoriale.  I destinatari della misura sono noti pregiudicati originari dei Comuni di Cava de’ Tirreni,  Ottaviano, San Gennaro Vesuviano e San Giuseppe Vesuviano.  Nella stessa giornata i Carabinieri della Compagnia di Eboli diretti dal capitano Alessandro Cisternino nell’ambito di mirati servizi svolti nel fine settimana hanno proceduto all’arresto di una persona, al deferimento di 6 ed alla segnalazione di altre 3 alla Prefettura di Salerno. A Palomonte i carabinieri della Stazione di Contursi Terme comandati dal Maresciallo Bruno Sacchinelli hanno arrestato una persona  responsabile di lesioni gravissime. L’arrestato, per futili motivi, al termine di una violenta lite,  ha colpito il fratello alla testa  con un bastone da baseball artigianale.  A Santa Cecilia di Eboli i Carabinieri della locale Stazione, comandati dal Maresciallo Giovanni Trotta, nel corso di un apposito servizio svolto sulla litoranea di Campolongo hanno denunciato 6 persone per detenzione di sostanze stupefacenti del tipo “hashish”  sequestrando in totale 60 grammi di droga e segnalato alla Prefettura di Salerno altri 3 giovani, tutti provenienti dai paesi limitrofi.   A Sapri invece, è stato arrestato all’alba di ieri mattina un uomo di 33 anni. Per lui l’accusa è di detenzione abusiva di armi e munizioni. Il blitz, coordinato dal Maresciallo Domenico Nucera, con l’aiuto del Nucleo Cinofili di Pontecagnano, ha portato a rinvenire, all’interno di un casolare di proprietà del giovane nella frazione di Poderia, una pistola Beretta semi automatica cal. 7,65 con matricola abrasa, completa di caricatore con 6 proiettili, vario munizionamento da caccia e proiettili di vario calibro. Il piccolo arsenale, illegalmente detenuto, è stato sottoposto a sequestro, mentre l’arrestato è stato tradotto nel carcere di Vallo della Lucania.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#