Sicignano-Lagonegro, terzo studio e terza cifra diversa

“Dopo un anno di attesa, grazie all’ interrogazione parlamentare dell’on. Tino Iannuzzi, il Governo ha reso note le cifre emerse dalla valutazione parametrica di RFI sul ripristino della ferrovia Sicignano-Lagonegro. Si tratta dell’ennesima anomalia, con tanti punti contestabili: l’importo ammonterebbe adesso a circa 370 milioni di euro, cifra diversa sia rispetto ai costi del 2006 della Regione Campania che variavano dai 365 ai 635 mln che ai 51,6 mln del 1999 di Ferrovie dello Stato”- questo è quanto contenuto in un comunicato stampa a cura dei membri del comitato per la riattivazione della Sicignano-Lagonegro, che ancora una volta si battono per rivedere il treno nel Vallo di Diano. Il Comitato rende noto così la terza cifra di un terzo studio di fattibilità, diverso rispetto agli altri due precedenti. “RFI, al termine dello studio- afferma il comitato- avrebbe dichiarato che non è dunque ipotizzabile un servizio su ferro dai tempi e dai costi convenienti: l’atteggiamento è alquanto ambiguo- afferma il Presidente del comitato di riattivazione della ferrovia sicignano-lagonegro-perché non è professionale esprimere giudizi addirittura andando contro i propri interessi economici. RFI, in qualità di gestore dell’infrastruttura, non dovrebbe esprimere giudizi in merito allo studio di fattibilità, in quanto l’analisi e la valutazione di fattibilità degli investimenti pubblici spetta al Nucleo di Valutazione e Verifica del Ministero dei Trasporti. L’AD di Ferrovie dello Stato, Moretti, ci aveva assicurato- continua il comunicato- nell’incontro avuto il 12 Aprile 2013, la consegna di uno studio di fattibilità a costo zero consegnata a distanza di quasi un anno, che prende le mosse dallo studio commissionato dalla Regione Campania nel 2006. Il Comitato comunque non si arrende e rilancia: “Consulteremo un ingegnere specializzato in trasporti e infrastrutture per una consulenza. Non vogliamo contestare a priori, abbiamo chiesto l’accesso agli atti per avere lo studio pagina per pagina e cercheremo di tirar fuori le cifre e gli interventi necessari al primo tratto fino a Polla” – conclude il presidente.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Cecchino Auleta ha detto:

    Bla bla bla e…… bla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *