Teggiano (SA): taglio del nastro per la nuova sede CRI a Pantano

Ha avuto luogo sabato pomeriggio a Pantano, la cerimonia d’inaugurazione della terza sede della Croce Rossa Italiana nel territorio del Vallo di Diano, a distanza di soli pochi mesi dall’apertura di quella di Sala Consilina. Il taglio del nastro è avvenuto alla presenza del presidente provinciale CRI, Renato Del Mastro, del parroco locale, Don Carmine Tropiano e di Pietro Di Candia, presidente del consiglio comunale di Teggiano. La (ri)apertura della sede Cri a Teggiano rappresenta, parafrasando le parole di Del Mastro  “una tesserina del grande mosaico che è la Croce Rossa, che permetterà di entrare in contatto con l’organizzazione umanitaria internazionale e di offrire dei servizi alla comunità non solo di Teggiano ma dell’intero Vallo, in cooperazione con le sedi esistenti di Sant’Arsenio e di Sala C.na”. A questo proposito, la CRI sta investendo molto sui volontari, svolgendo un’intensa attività formativa. Tra i progetti appena terminati:  il corso di psicologia dell’emergenza e il corso sulle radiocomunicazioni, grazie al quale nascerà a breve una rete radio. Infatti, in caso di grandi eventi calamitosi, la rete radio collegherà il territorio valdianese con la Sala Crisi della Prefettura di Salerno. Presenti all’inaugurazione: autorità civili, religiose e politiche. Un ringraziamento particolare, Del Mastro, lo ha voluto dedicare a Don Carmine Tropiano. Quest’ultimo ha fatto in modo che la cittadina Teggiano disponga di una propria sede. Numerosi, dunque, i progetti che si sono svolti e tanti saranno quelli futuri. Due sono i concetti fondamentali che il Presidente provinciale ha tenuto a sottolineare, quello della sensibilità da parte della comunità verso le attività della Croce Rossa del Vallo di Diano e quello della collaborazione da parte delle istituzioni, agendo secondo il motto “B.I.T.”, ovvero buon senso-intelligenza-tolleranza.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#