Potenza : “codice rosa” per le vittime di violenza. Intervista a Gildo Claps

Parte ufficialmente presso il San Carlo di Potenza il codice rosa, quel codice che, assieme ad una priorità di triage sarà assegnato alle vittime di violenza. Ieri, l’inaugurazione della Stanza di Elisa. Le vittime di ogni genere di violenza saranno affidate ad una task force di esperti nel momento in cui arriveranno in ospedale con i segni evidenti di un maltrattamento, di un abuso. Assieme al codice di priorità del triage, verrà assegnato il codice rosa, indistintamente se si tratti di un uomo, di una donna, di un bambino. Scatterà subito l’attività ‘protetta’ nei confronti della vittima di violenza che dovrà accedere ad un’area privata interna, lontana da occhi indiscreti e dai giudizi della gente. A prendersi cura della vittima di un qualsiasi abuso, non solo medici, ma anche forze dell’ordine e magistratura. La Basilicata è la prima regione del Mezzogiorno ad attivare il “Codice rosa”, un’esperienza importante per preservare la dignità delle fasce deboli che subiscono violenze. Prevista anche una stanza appositamente strutturata per i minori, spesso vittime silenziose ed in grado di nascondere anche a sé stessi le violenze subite. Una stanza in cui, attraverso il gioco, impareranno a fidarsi degli adulti e a raccontare gli abusi e i soprusi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#