Calcio: seconda categoria, la U.S. Pollese batte 2-0 il Vesole e gusta i play-off

Polla. Si respira nuovamente aria di festa e alta classifica al Medici di Polla, dove la capolista del girone N di seconda categoria Vesole, cade sotto il colpi di una Pollese quasi perfetta. Al pronti via, la gara è accompagnata da cori e striscioni da brividi da parte dei tifosi di casa, che regalano una coreografia degna di palcoscenici ben più prestigiosi. Primo tempo bloccato con i locali che impongono il loro gioco, rintanando nella metà campo un Vesole rinunciatario e poco incisivo in fase offensiva. La Pollese sbatte nei primi minuti contro il muro difensivo degli ospiti. Nuccorini e Salvitelli per i padroni di casa, sprecano la rete del vantaggio, da ottima posizione con delle conclusioni ravvicinate. Sul tabellino la Pollese è quella che crea di più e tiene le redini del ritmo del gioco. Il Vesole si fa notare solo in un paio di situazioni, ma l’ottima difesa di Lorusso sbarra la strada agli uomini di Maffia. Clima teso in campo con il Direttore di gara Amato di Battipaglia che ha il suo bel da fare nel riportare la tranquillità. La tensione è evidente. Si va all’intervallo sullo 0-0. Nella ripresa, la US Pollese inizia ancora in attacco la sua partita, mettendo in mostra giocate di alta scuola. Al 12’ Pecci fa esplodere il Medici, con la rete dell’1-0. La Corte sulla sinistra supera due avversari e mette in mezzo una palla d’oro, sulla quale Pecci si avventa come un falco di testa, per il tapin vincente che mette fuori causa l’incolpevole portiere cilentano Vinci. Dopo pochi minuti è ancora Pecci da buona posizione a non trovare la giusta coordinazione sempre di testa, con la palla che esce di poco fuori. I locali creano ancora con l’instancabile regia di Giuseppe Salvitelli. Al 25’ un ispirato Pecci, dopo uno scambio con Marco Salvitelli sulla destra nel tentativo di crossare, trova la deviazione del difensore ospite Daniele, autore di uno sciagurato autogol che significa 2-0 per i padroni di casa. Il Vesole cerca di effettuare un timido forcing. Marmo, portiere della Pollese, fa trattenere il respiro agli spettatori con un intervento alquanto originale ma efficace su un tiro dalla distanza di Rizzo. Unica occasione dei cilentani, costretti a rimanere in dieci uomini alla mezz’ora, per l’espulsione di Daniele. Una domenica da dimenticare per il centrale difensivo del Vesole, che dopo l’autorete è costretto ad abbandonare il campo per il doppio giallo. Sotto di due gol e di un uomo, il Vesole non tenta nemmeno una timida reazione. La Pollese termina in attacco, tra gli applausi del foto pubblico soddisfatto per una vittoria dal gusto che sa di prima categoria e soprattutto di play off. Per il Vesole invece, la sconfitta di Polla non pregiudica il cammino della capolista, ora a + 2 dalla stessa Pollese seconda in classifica, ma con una partita in meno a quattro giornate dal termine.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#