Potenza : ricusata un’altra lista per le amministrative. Si scende a 19

Scendono a 19 le liste ufficialmente in corsa per le amministrative del capoluogo. Dopo Azione Civica, che candidava Dino De Angelis, ricusata dalla commissione elettorale circoscrizionale anche la lista “Sinistra per la città” composta da Sel e Rifondazione Comunista a sostegno di Luigi Petrone. Anche in questo caso si procederà con il ricorso al Tar per essere riammessi ai giochi elettorali. La motivazione che ha portato, almeno al momento, all’esclusione della lista sarebbe legata alla mancanza dei certificati elettorali per tre sottoscrittori della lista che porterebbero a minor numero di legge il numero previsto. Da Sel e Rifondazione verrà chiarito tutto e non ci saranno problemi poiché i due partiti, fanno sapere, avrebbero presentato un numero maggiore di sottoscrittori rispetto a quelli previsti invece per legge. Intanto ieri è stato sorteggiato l’ordine con cui i simboli compariranno sulle schede elettorali. Nell’ordine gli elettori troveranno i nomi dei candidati sindaco così disposti: Dario De Luca (sostenuto da Popolari per l’Italia, Fratelli d’Italia-An, Lista civica per la città, De Luca sindaco). Secondo nome Roberto Falotico (con Potenza Condivisa, Movimento Nuova Repubblica, Realtà Italia, Italia dei valori). Nell’ordine seguiranno Savino Giannizzari (Movimento 5 Stelle), Luigi Petrone (Petrone Sindaco, Popolari uniti, Socialisti uniti Psi, Partito Democratico, Socialisti, Scelta Civica, Centro Democratico). Quinta posizione per Giuseppe Di Bello (Liberiamo la Basilicata). In fondo alla lista  Michele Cannizzaro (Nuovo Centro Destra, Forza Italia, Con Cannizzaro, Liberiamo la città).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *