Padula (SA): weekend culturale il 24 e 25 Maggio

Nell’ambito della campagna di attività culturali promossa per il 2014 dall’Amministrazione Comunale e dall’Assessorato alla Cultura, al Turismo e allo Spettacolo della Città di Padula, rientrano due iniziative di notevole interesse previste per questo week end del 24 e 25 maggio: un primo evento dedicato al tema della “LUDOPATIA” e l’adesione al programma delle “GIORNATE NAZIONALI  A.D.S.I. – DIMORE STORICHE E CORTILI APERTI”. Il primo evento sulla LUDOPATIA è in programma Sabato 24 maggio 2014 alle ore 16.30 circa nella Sala Polifunzionale ubicata presso la Parrocchia di Sant’Alfonso Maria de’ Liguori a Padula, sarà un momento culturale molto variegato con il quale si intende promuovere azioni ed attività volte a sensibilizzare i cittadini e soprattutto le generazioni più giovani verso un fenomeno non solo sociale, ma una vera e propria malattia che rende incapaci di resistere all’impulso del gioco d’azzardo o fare scommesse, l’obiettivo è quindi quello di coinvolgere, interessare e far conoscere i rischi connessi al gioco ed i gravi disagi personali, familiari e sociali che vengono a crearsi.Il programma della serata prevede, oltre i saluti istituzionali, il coinvolgimento del Coordinamento Provinciale del Forum dei Giovani e di quelli territoriali, la partecipazione di vari relatori tra cui il Dott. Carmine Olivieri, Sostituto Procuratore della Repubblica presso la Procura del Tribunale di Salerno, del Direttore della Caritas Diocesi Teggiano – Policastro Don Vincenzo Federico, il Sindaco di Sassano Dott. Tommaso Pellegrino, esperti del settore e rappresentanti di Associazioni.Per l’occasione sarà presentato in anteprima nazionale “SLOT”, il cortometraggio girato lo scorso mese di gennaio nei comuni di Padula e di Sassano, da essi patrocinato e realizzato a cura dell’Associazione Culturale “Il Giullare” in collaborazione con la Scuola di Cinema “Anna Magnani” di Prato, di prossima candidatura ai vari Festival del Cinema a livello Nazionale; per l’occasione saranno presenti anche rappresentanti del cast del film, a partire dal regista Massimo Smuraglia agli attori come Emanuela Morini e Antony Trotta.La manifestazione sarà arricchita da intermezzi musicali e balletti a cura della scuola di danza di Lagonegro e della maestra Eugenia Ucchino.Il 24 e 25 maggio in tutta Italia l’Associazione Dimore Storiche Italiane (A.D.S.I.) in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali, apre gratuitamente al pubblico i cortili delle dimore storiche. Quest’anno la Città di Padula, in collaborazione con la Soprintendenza BAP di Salerno e Avellino, ha aderito a questa interessantissima iniziativa per far conoscere edifici storici di notevole pregio architettonico, artistico e culturale e  dare quindi a questa IV Edizione delle “GIORNATE NAZIONALI  A.D.S.I. – DIMORE STORICHE E CORTILI APERTI” la massima risonanza, proponendo ai visitatori un altro aspetto della propria realtà cittadina e con particolare riferimento al centro storico.

In particolare gli edifici coinvolti e visitabili saranno i seguenti:

  • Palazzo Romano in Largo 1° Luglio, località Santa Croce

Il Palazzo Romano riveste una notevole importanza nel panorama storico culturale della Città di Padula. Nell’edificio, costruito nel XVIII sec., si riunirono alcuni cospiratori anti-borbonici all’epoca della spedizione di Carlo Pisacane. Situato nel centro storico di Padula presenta una ordinata facciata nella cui parte centrale è posizionato un bel portale lapideo.

  • Palazzo Padula in Piazza Diaz (già Piazza San Clemente)

Il Palazzo Padula rappresenta un’importante testimonianza dell’architettura nobiliare della Città di Padula. Ha mantenuto inalterato nel tempo il suo impianto architettonico grazia anche alla sapiente opera di manutenzione condotta nel tempo dai proprietari. Annesso all’edificio storico è un giardino che in parte circonda anche alcuni ruderi del Castello medievale.

  • Palazzo Cariello in via A. Cariello, nei pressi della Chiesa di San Michele Arcangelo

La famiglia Cariello è stata una delle più importanti di Padula. Fra i suoi componenti tanti artisti, ma anche personaggi coinvolti nella vita politica e culturale della città. Il Palazzo ha conservato le sue caratteristiche di palazzo gentilizio sottolineata dalla unità architettonica delle facciate arricchite dal bel portale lapideo.

  • Palazzo Baronale in via San Giacomo (nei pressi del Convento di San Francesco)

Il Palazzo baronale di Padula è situato ai margini del centro storico di Padula, nei pressi del Convento di San Francesco. Il fatto che l’edificio sia ubicato al di fuori del centro storico farebbe pensare ad un complesso architettonico destinato a residenza stagionale. La struttura dell’edificio sottolinea comunque l’importanza del complesso  architettonico.

  • Palazzo Brando in Largo Municipio (APERTURA STRAORDINARIA)

Oggi il Palazzo Brando ospita il Museo Civico Multimediale di Padula. Il Museo è presentato come se fosse la dimora di un gentiluomo che accoglie i suoi ospiti raccontandogli la storia della sua terra con particolare riguardo al periodo risorgimentale. L’allestimento museale ha comunque conservato l’architettura dell’antica dimora.

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *