UNISA: laurea honoris causa al segretario Cisl Bonanni. Studenti e professori contrari

Bufera all’Università di Salerno.Docenti e studenti, infatti, si sono dichiarati sfavorevoli alla concessione della laurea honoris causa in Consulenza e Management Aziendale al segretario della Cisl Raffaele Bonanni. 160 docenti dell’Università di Salerno, che conta circa un migliaio di professori, hanno infatti sottoscritto una petizione intitolata “Laurea honoris causa a Bonanni: non in mio nome”, nel quale affermano di non voler svalutare l’ onorificenza e di voler salvaguardare la reputazione dell’Università italiana. “La laurea honoris causa è un titolo accademico onorifico che l’Università conferisce soltanto a persone che, per opere compiute o pubblicazioni fatte, siano venute in meritata fama di singolare perizia nelle discipline della Facoltà per cui è concessa”. I docenti dell’Università di Salerno definiscono, inoltre,  “singolari” le motivazioni approvate dal Senato Accademico “in quanto frutto di forzature e spesso privo di fondamento” e chiedono l’ annullamento della delibera di conferimento della laurea honoris. Stessa opinione hanno gli studenti che con una nota dei rappresentanti degli Studenti in CDA e SA e del Presidente del Consiglio degli Studenti hanno espresso il loro dissenso in merito. “La seduta di Senato Accademico nel quale si è discusso il conferimento delle lauree honoris causa, affermano gli studenti nella nota,  ha visto l’approvazione di tutte le lauree all’unanimità, fatta eccezione per la laurea honoris causa a Raffaele Bonanni, votata a maggioranza, con unico voto contrario, e il cui conferimento avverrà nel corso di  una cerimonia alla presenza del Ministro dell’Università e della Ricerca, per la prima volta ospite del nostro Ateneo. Riteniamo, a nostro avviso, l’attenzione del Ministro dell’Università e della Ricerca come momento di crescita della nostra Comunità, inizio di un cammino che non può essere intrapreso senza la coesione generale di tutte le componenti”. Il rettore dell’Università  Aurelio Tommasetti non ha voluto commentare la petizione affermando “Ognuno è libero di esprimere le proprie opinioni ma preferirei puntare l’attenzione sulla visita del ministro qui da noi a Salerno che viene sulla base di un documento programmatico per rilanciare l’impegno del ministero su alcune fondamentali attività del nostro ateneo». La cerimonia di conferimento è fissata il 16 giugno.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#