Vallo della Lucania (SA): tassi usurai, ex presidente Monte dei Paschi ed ex direttore rinviati a giudizio

Il gip di Vallo della Lucania, Valeria Campanile, ha rinviato a giudizio l’ex presidente del Monte dei Paschi di Siena Giuseppe Mussari e l’ex direttore generale Antonio Vigni per il reato di usura bancaria. La notizia è stata riportata dal quotidiano on line “Il giornale del Cilento”.  La decisione è stata presa in un procedimento avviato dopo l’esposto di un cittadino di Agropoli per i tassi applicati dall’istituto bancario. Troppo alto quel tasso del 35% pagato per un prestito per la sua impresa a fronte di un tasso medio che, secondo la legge, doveva fermarsi intorno al 14,753 per cento. Così alto che, quando ha fatto i conti sulle carte che gli aveva inviato la «sua» banca, la filiale di Agropoli del Monte dei Paschi di Siena, non ha avuto dubbi e ha portato tutto alla procura della Repubblica di Vallo della Lucania. Così è arrivato il rinvio a giudizio di Mussari e Vigni che era stato chiesto nell’aprile dello scorso anno dal pm di Vallo della Lucania, Alfredo Greco, al termine delle indagini avviate sulla base dell’esposto presentato dal cittadino che lamentava di aver pagato, fra il 2006 e il 2008, tassi d’interesse troppo alti. Non è la prima volta, aggiunge il giornale on line che Mussari finisce nel mirino dei magistrati salernitani. Il nome dell’ex numero uno del Monte dei Paschi di Siena è infatti emerso anche durante le indagini relative al crac del pastificio Amato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#