Tribunale Sala C.na: Valiante “Apprezzamento per parole De Luca e Orlando, ora deroga per la riapertura”

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa dell’On. Simone Valiante (PD)

“Ringraziando il sindaco di Salerno De Luca per le sue parole di sostegno a rivedere la posizione sulla chiusura del tribunale di Sala Consilina  e condividendo anche quanto detto dal ministro Orlando ieri a Salerno sulla necessità di dare corso ad una fase 2 aprendo una riflessione sulla razionalizzazione e sul recupero di alcune situazioni che riguardano la riforma della geografia giudiziaria , credo che ora i tempi siano maturi per recuperare quello che , come sempre da me denunciato, è stato un grave errore di valutazione nell’applicazione della riforma, l’accorpamento del tribunale di Sala Consilina a  quello di Lagonegro.

Auspico, pertanto, che nei prossimi impegni annunciati dal governo venga prevista una deroga e ripristinata l’operatività per il tribunale di Sala Consilina, unico caso in Italia insieme a Massa Carrara di accorpamento fuori regione che non ha tenuto conto delle esigenze del territorio e provocato più che benefici alla macchina della giustizia, innumerevoli disservizi ai cittadini e agli stessi addetti ai lavori sia per le distanze da percorrere per raggiungere la nuova sede che per i fisiologici ritardi nella fissazione delle udienze e l’espletamento delle pratiche, sovraccaricando inoltre la sede di Lagonegro non idonea strutturalmente a sopperire ad un incremento cosi importante dell’attività giudiziaria”.

E’ quanto dichiara l’on. Simone Valiante (PD) intervenendo sul dibattito sulla revisione della riforma della geografia giudiziaria.

Una risposta

  1. Cecchino Auleta ha detto:

    Non possiamo non apprezzare il recente, insistente interessamento dell’onorevole Valiante per la riapertura del tribunale di Sala Consilina!
    Pensiamo, tuttavia, che gli interventi dell’onorevole sarebbero stati più efficaci se fossero stati fatti quand’egli era membro della segreteria nazionale del P.D. e prima che fosse emanato il decreto attuativo della legge delega di Berlusconi!
    Comunque, speriamo solo che alla fine di tutti questi meritevoli interventi il “servizio giustizia” non si allontani ancor di più dai cittadini del Vallo di Diano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *