Castellabate (SA) : villa confiscata alla criminalità organizzata assegnata gratuitamente alla Capitaneria di Porto di Salerno

Una villa confiscata alla criminalità, e affidata in via provvisoria al Comune di Castellabate, da oggi  è diventata la sede temporanea dell’Ufficio locale marittimo. Il Comune, infatti, nella persona del sindaco Costabile Spinelli, ha concesso la struttura in comodato d’uso gratuito alla Capitaneria di porto di Salerno, guidata dal comandante Maurizio Trogu, con il nulla osta dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. La consegna è avvenuta alla presenza del Prefetto di Salerno, Gerarda Maria Pantalone, del vicequestore vicario Antonio Sbordone, del comandante provinciale dei carabinieri Fabrizio Parrulli, del comandante dell’Ufficio locale marittimo di Santa Maria, Pasquale De Vita. “I sindaci del Cilento, nel Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza, hanno chiesto un’attenzione particolare a questo territorio perché appetibile per varie organizzazioni malavitose non solo campane – ha detto il Prefetto Gerarda Maria PantaloneCon la giornata di oggi sanciamo una forte presenza dello Stato che soddisfa a quel bene primario per i cittadini che è la sicurezza”. L’Ufficio locale marittimo ha dovuto lasciare temporaneamente la sua sede per problemi infrastrutturali. La villa che ospita ora l’autorità marittima è composto da un livello fuori terra, con 4 vani ed accessori, più un piano seminterrato e un’area circostante di circa 350 metri quadri. Il comodato avrà durata fino al 30 settembre 2014 e potrà essere rinnovato.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#