Potenza: prosegue l’udienza sul ritrovamento dei resti di Elisa Claps

Procede a ritmi serrati il processo sul ritrovamento dei resti di Elisa Claps nel sottotetto della Chiesa della Trinità a Potenza. Dopo l’udienza in cui è stato ascoltato, tra non poche polemiche, il vescovo Mons. Agostino Superbo, l’ultima udienza ha visto protagonista il parroco della chiesa di San Rocco Don Cesare Covino che ha confermato la versione rilasciata dal vescovo. Il giorno del ritrovamento dei resti, quel 17 marzo 2010, i due erano in viaggio verso Satriano per un incontro pastorale organizzato un paio di settimane prima. A contattare Mons. Superbo, il parroco Don Wagno che avrebbe poi detto di aver visto il corpo qualche tempo prima della data del ritrovamento. Prima dell’udienza di quello che è il processo alle due donne delle pulizie, i familiari di Elisa, mamma Filomena e suo fratello Gildo, hanno scambiato qualche parola con don Covino invitandolo a dire tutta la verità. Cosa che il prete avrebbe fatto, confermando la tesi di Superbo che però dalla famiglia Claps viene ritenuta fallace in alcuni punti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#