“Enel chiude le sedi di Sala Consilina e Sapri. Altri disagi per cittadini ed imprese”. Nei prossimi giorni manifestazione di protesta

“La Provincia di Salerno, ed in modo particolare la parte a Sud del Comune capoluogo, sta per ricevere l’ennesimo colpo alla qualità dei servizi che vengono erogati a cittadini ed imprese: l’Enel, infatti,  sta procedendo ad una ristrutturazione della propria Rete tecnica. Per il Comune di  Sala Consilina, dopo aver perso il Tribunale,   si annuncia un’ ulteriore penalizzazione,  a causa dell’accorpamento a Salerno della Sede Zonale”. Queste le dichirazioni di Matteo Buono segretario  Generale della Cisl di Salerno, in merito alla nuova perdita che sembra sia costretta a subire la cittadina di Sala Consilina e l’intero Vallo di Diano. “L’imminente decisione di Enel Spa”, prosegue il Segretario della Cisl, “andrebbe a creare una unica Zona Provinciale per tutto il Salernitano che, con oltre 22.000 chilometri di linee da controllare, manutenere e riparare, è pari al 36% della superficie servita dai servizi Enel per tutta la Regione Campania. A questo si aggiunga che il Piano di Riorganizzazione dell’Enel prevede anche la soppressione della sede operativa di Sapri che, insieme a Sala Consilina, oggi rappresenta un punto di riferimento fondamentale per la gestione della rete elettrica del  Vallo di Diano, del Golfo di Policastro, della Valle del Tanagro  e del Cilento.””La Cisl di Salerno”, conclude Matteo Buono, “insieme alla Segreteria Regionale della Organizzazione Sindacale, nei prossimi giorni chiederà un incontro urgente con i vertici Campani di Enel per illustrare le criticità che, inevitabilmente, sorgeranno per cittadini ed imprese di un territorio che, negli ultimi mesi, ha dovuto fare i conti con un progressivo taglio di servizi pubblici. ” Intanto sembra che per i prossimi giorni sia in programma una manifestazione a Sala Consilina per scongiurare l’ulteriore perdita di servizi fondamentali come la sede Enel, alla quale prenderà parte anche l’amministrazione comunale, che si dice pronta ad affiancare le istanze di lavoratori e cittadini per tutelare il loro diritto a vivere in un territorio con servizi adeguati alle egisenze della popolazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *