Eboli (SA): il sindaco Melchionda ieri sera a fianco dei propri concittadini, “I sacrifici sono stati chiesti solo ai cittadini della provincia di Salerno”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del sindaco di Eboli Martino Melchionda, in merito alla manifestazione che si è svolta ad Eboli ieri sera a difesa della sanità locale, promossa dal comitato spontaneo delle mamme, che da settimane protestano contro la chiusura del reparti dell’ospedale SS. Maria Addolorata di Eboli:

“Dobbiamo difendere il diritto alla salute dei cittadini dell’intera provincia di Salerno, mortificati dalle scelte assunte fino ad oggi da parte di chi governa la sanità locale.

I tagli perpetrati dalla struttura commissariale guidata da Stefano Caldoro si sono ingiustamente concentrati soltanto nella nostra provincia; i sacrifici, per pareggiare i conti, sono stati chiesti soltanto ai cittadini della provincia di Salerno, mentre altrove, nei territori del napoletano e del casertano, continuano i grossi investimenti per potenziare la rete ospedaliera.

Non possiamo tacere di fronte a tale inaccettabile ingiustizia. Nel nostro territorio, in particolare nella piana del Sele, si stanno drasticamente riducendo i servizi sanitari essenziali, ponendo a serio rischio l’efficienza della rete di emergenza e urgenza e, dunque, la salute dei cittadini, delle mamme e dei bambini.

E questo sta avvenendo per mano di un Direttore Generale che applica i provvedimenti a proprio uso e consumo, a favore dei propri sodali politici e a discapito di quelli che giudica i propri nemici. Squillante non è all’altezza di interloquire con le istituzioni e con i cittadini.

Da Eboli è partito il grido di allarme, ora la provincia di Salerno deve riscuotersi per intero contro il decisore politico: Stefano Caldoro.

Non ringraziamo nessuno se finalmente il commissario si è deciso a convocare il tavolo tecnico, il merito è tutto dei cittadini e delle istituzioni che non hanno abbassato la guardia neppure per un attimo.

A Caldoro e alla sua struttura tecnico commissariale chiediamo, insieme alla riapertura dei reparti, la revisione del piano ospedaliero nell’intera provincia di Salerno, affinché esso incontri la condivisione di tutti i sindaci e preveda una più equa e giusta distribuzione degli investimenti nella regione Campania.

La sanità salernitana va completamente ridisegnata, e questo va fatto pensando alla tutela della salute dei cittadini del nostro territorio.

Un sentito ringraziamento – conclude il sindaco – a tutti coloro che stanno portando avanti questa battaglia, alle mamme e alla loro instancabile tenacia e determinazione, ai sindaci, alle forze politiche e sindacali che si sono schierate accanto ai cittadini”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#