Salerno: Fonderie Pisano, tre are per delocalizzare. La proposta dell’ASI

Fonderie Pisano, lo stabilimento  al centro di un’aspra polemica ormai da troppo tempo a causa dell’inquinamento. Asi Salerno ha proposto  tre aree per delocalizzare le Fonderie Pisano nell’ambito di un incontro tenutosi questa mattina con Cgil, Fiom-Cgil, Comitati, Azienda ed Rsu presso il Consorzio Area Sviluppo Industriale Salerno.  L’ubicazione attuale, infatti, è in contrasto sia con lo sviluppo della città che con quello delle Fonderie, visto che la dirigenza ha in programma di fare della fabbrica un vero e proprio polo meccanico che necessita, quindi, di spazi più ampi per espandersi. Tale disagio era emerso già in una precedente riunione, è per tale ragione che Gigi Cassandra, stamani ha prospettato tre potenziali soluzioni: l’ex Pennitalia con superficie di 60mila metri quadrati già coperta,  l’ex Ideal Standard e gli ex Fonditori Salerno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#