Salerno: ieri il terzo sbarco di migranti, circa 5000 in totale

1416, questo è il numero di migranti a bordo della nave anfibia San Giusto, che nel primo pomeriggio di oggi è sbarcata presso il porto di Salerno. Tanti i bambini e le donne in stato di gravidanza che hanno visto il porto di Salerno come unica ancora di salvezza. Dopo il recupero di tali scialuppe, iniziato venerdì notte, grazie allo scrupoloso lavoro della Marina Militare Italiana, i rifugiati sono stati raggruppati in gruppo per essere trasferiti in appositi centri di accoglienza, tutto rientra nell’operazione “Mare Nostrum”. Dettagliati i controlli che hanno decretato l’arresto, da parte della polizia, di oltre 600 extracomunitari, tra i quali diversi scafisti, che speculano sulla triste storia di questa gente giunta nel nostro paese con la speranza di trovare sistemazione e miglioramento delle proprie condizioni economiche. Oltre controlli finalizzati a termini giuridici, sono stati esaminati anche dal punto di vista sanitario, escludendo la presenza di gravi patologie. “Accoglienza o invasione?” questo il dubbio che attanaglia la popolazione salernitana, e pronunciato dal sindaco Vincenzo De Luca, il quale lamenta l’assenza di strutture per ospitare i circa 5000 migranti giunti finora. Al primo cittadino si affianca il portavoce del partito Fratelli d’Italia, Rosario Peduto, che accusa il governo Renzi insieme al ministro Alfano di aver predisposto i tre sbarchi nella città di Salerno, mettendo così a rischio la sicurezza dei salernitani. Il prefetto Pantalone ha però dichiarato che i rifugiati saranno dislocati nelle varie regioni d’Italia.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#