Polla /Sant’Arsenio (SA): rifiuti abbandonati in località Campeglia. Sui social “la colpa è dei nomadi”

Con un’ordinanza dello scorso 18 agosto il Sindaco di Polla, Rocco Giuliano vieta la sosta per nomadi e campeggi abusivi di roulottes, campers e similarinel territorio comunale di Polla su aree pubbliche e private. Una decisione quella di Giuliano dettata, secondo quanto scritto sull’ordinanza, dalla mancanza di aree pubbliche attrezzate all’accoglienza di campeggiatori o nomadi, condizione che costituisce di fatto, un, si legge ancora nel documento, “potenziale pericolo per la salute pubblica”. Contemporaneamente è scoppiata sui social network la protesta da parte di alcuni cittadini di Polla e Sant’Arsenio, i quali soprattutto sulle pagine di denuncia dedicate ad ogni paese del Vallo di Diano, lamentavano le condizioni in cui versava la zona in cui solitamente sostano i nomadi, posta tra i due paesi, in località Campeglia. Si tratta in realtà di una zona lontana dal centro abitato, ma stando a quanto raccontano le foto postate sul gruppo “Vigiliamo sul Comune di Sant’Arsenio” sembra che la  carovana dopo essere partita abbia lasciato diversi cumuli di rifiuti alcuni anche emananti odori nauseabondi. Anche da Polla sono diverse le lamentele che arrivano, per lo stesso motivo. La zona nei pressi del Fiume Tanagro è molto frequentata nel periodo estivo, sia da sportivi che da persone che amano passeggiare  tra la natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#