Tutta la cronaca della Provincia di Salerno delle ultime 24 ore

Provincia di Salerno movimentata da diversi fatti di cronaca avvenuti nelle ultime ore. A  Sant’Arsenio,  nella notte, i militari della Compagnia di Sala Consilina hanno tratto in arresto un  27enne del Vallo di Diano, per il reato di evasione. Il ragazzo, infatti intorno alle 22:00 di ieri sera,  si è allontanato facendo perdere le proprie tracce dalla struttura sanitaria, dove scontava, in regime di arresti domiciliari,  una pena per il reato di tentata rapina. Intorno alla mezzanotte è stato però bloccato dai militari del Nor e della Stazione di Polla nei pressi di un distribure di benzina ad Atena Lucana.  Il 27enne ha tentato la fuga arrampicandosi su una ringhiera, ma è stato bloccato ed arrestato. Inseguito è stato tradotto presso la casa circondariale di Sala Consilina, a disposizione della Procura della Repubblica di Lagonegro. Mentre a Sassano, i Carabinieri  della Compagnia di Sala Consilina rinvenuto in un rudere abbandonato, probabilemnte occultata per sfuggire al squestro, una pianta di cannabis alta circa 60 centimetri. Spostandoci ad Eboli  i Carabinieri del Reparto Operativo di Salerno, hanno tratto in arresto un  40enne ed un  25enne, entrambi originari del Marocco ma residenti sulla litoranea di Campolongo, regolari sul territorio nazionale. I due sono stati trovati in possesso di circa 650 gr di marijuana , 550 dei quali occultati all’interno di bidoni utilizzati per contenere vernice.  All’interno dell’abitazione dei due sono stati poi rinvenuti un bilancino di precisione ed il necessario per il confezionamento delle dosi, che una volta preparate ed immesse sul locale mercato avrebbero fruttato ai due alcune migliaia di euro. A Capaccio-Paestum,  sempre nella notte appena trascorsa, attentato incendiario ai danni di un’azienda del posto. L’attività si occupa della rivendita di auto nuove ed usate e di utensili e ricambi. Diversi i contenitori  di latta e plastica colmi di benzina, che sono scoppiati nel corso del rogo. Tre le auto distrutte e gravi danni alla struttura esterna dell’azienda. Sul posto i vigili del Fuoco di Eboli che hanno lavorato duramente per domare le fiamme ed i Carabinieri per i rilievi del caso. A Salerno  brutta avventura per gli agenti della Sezione Volanti della Questura. Un poliziotto è stato aggredito da un ventenne, precedentemente, condotto negli uffici di Polizia dopo essere stato fermato per aver insultato e minacciato alcuni agenti.  E poi a Sarno macabra scoperta. Un macellaio, di 70 anni, è stato trovato morto nella vasca da bagno della sua abitazione. L’allarme è stato dato dai vicini insospettiti dall’odore acre proviente dall’abitazione dell’uomo. Il decesso sembra sia avvenuto per cause naturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *