Montesano S/M (SA): “Indagando il culto Micaelico nel Vallo di Diano e i suoi misteriosi insediamenti rupestri”

L’Amministrazione Comunale di Montesano sulla Marcellana  guidata dal Sindaco Fiore Donato Volentini, ha organizzato per domenica 21 settembre , nella Sala Polifunzionale Aula Consiliare in Largo Michelarcangelo Vassallo, un pomeriggio particolarmente accattivante sia per la tematica: “Indagando il culto Micaelico nel Vallo di Diano e i suoi misteriosi insediamenti rupestri” sia perché si potrà godere della video descrizione dell’esplorazione speleo-topografica, condotta nella cavità di Sant’Angelo di Montesano sulla Marcellana dallo speleologo e ricercatore Giovanni D’Andrea. Il momento di indagine, conoscenza e approfondimento è volto a salvaguardare l’immane patrimonio posseduto dal Comune di Montesano sulla Marcellana, che documentato lo si potrà, al termine dei lavori e degli studi, valorizzare ai fini della fruizione. È questo un ulteriore momento di conoscenza e presentazione al pubblico di quegli sforzi umani ed economici, che l’Amministrazione Comunale, da tempo, sta impegnando per una maggiore conoscenza e studio del tessuto demoetnoantropologico, ambientale e culturale. Le diverse equipes di studiosi, che si stanno avvicendando sul territorio di pertinenza del detto Comune, e che stanno riportando alla luce considerevoli e pregevoli informazioni, manufatti e dati, tra qualche tempo, potranno sicuramente essere utilizzate per la riscrittura dell’Età Antica sia di Montesano sulla Marcellana, in particolare, e sia dell’intero Vallo di Diano, in generale. La grotta di Sant’Angelo, in questo particolare caso, è un’affascinante cavità in cui si è sedimentata la storia geologica e quella antropica antica e medioevale e non solo. L’esplorazione speleo-topografica condotta dallo speleologo Giovanni D’Andrea, consentirà di vivere delle emozioni molto forti, che difficilmente si possono raccontare se non si assiste alla visione del video, da lui prodotto, che racconta la grotta,la presenza dell’uomo al suo interno in relazione alla storia e alla cultura, che qui, in una sorta di cristallizzazione del tempo, s’è conservata intatta, o quasi. La giornata di studio, approfondimento e conoscenza si avvale del patrocinio della Società Italiana di Speleologia e della Società Geografica Italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *