Elezioni provinciali, il candidato di Auletta Carmine Cocozza: “Dove sono i programmi?”

“In queste ore sento molto parlare di elezioni provinciali e di nomi, davvero poco di programmi”. Con questa premessa Carmine Cocozza, consigliere comunale di Auletta candidato al Consiglio Provinciale nella lista “Sinistra per la Provincia”, che appoggia il candidato del PD Giuseppe Canfora, scrive alla nostra redazione evidenziando le sue idee per la “Provincia che verrà” dopo il 12 Ottobre. Eccole:

“L’Ente di area vasta, la Provincia, deve favorire l’implementazione di tutti i territori; maggiore attenzione va data ai piccoli comuni, la stragrande maggioranza anche in provincia di Salerno.
Ad esempio:
1) Favorire la coalizione fra i paesi ed i sistemi associazionistici (Associazioni agricole, Associazioni datoriali, Associazioni professionali, etc.)
2) Supportare i piccoli comuni con figure apicali, ad esempio nel settore finanziario; troppi piccoli comuni sono in difficoltà. Moltissimi comuni hanno deliberato il “bilancio di previsione 2014” il 30 Settembre, ultimo giorno utile; l’anno prossimo prevediamo sarà peggio.
3) Questa legge elettorale ha sottostimato i piccoli comuni anche rispetto al “voto ponderale”, nessuna comunità doveva essere così offesa, eppure a maggior ragione invitiamo i consiglieri comunali dei piccoli comuni a votare in massa. Concorrere nelle scelte.
4) Favorire l’applicazione di un piano industriale nella filiera dei rifiuti, ad esempio realizzare l’impiantistica per la “lavorazione dell’umido” e per lavorare i rifiuti nobili vetro carta etc., allocandoli in ogni territorio in modo calibrato agli abitanti potenziali che dovrà servire. La differenziata per i nostri cittadini non deve essere un costo in più ma apportare anche benefici. Stabilizzare definitivamente il personale della filiera, senza “furbate”.
5) Sistema viario e dei trasporti: in moltissime zone della nostra provincia è ancora valido quanto affermato nell’inchiesta Agraria Jacini del 1882: “Dappertutto gran parte delle derrate marcisce sul suolo che le produsse per difetto di buone vie adatte a rendere agevole e spedita l’esportazione prima che venissero danneggiate dalle piogge”. (Angelo Raffaele Passaro, Il Cilento nell’inchiesta Agraria Jacini (1882)). Edito dalla “Galzerano Editore”.
6) Vorremmo la “stessa attenzione politica” da Scafati a Sapri, in ogni settore di competenza della Provincia”.
Carmine Cocozza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#