Canone di locazione terreni: “Insieme per Polla” insorge

Tasse inaspettate per i cittadini del comune di Polla ma non solo, che si sono visti recapitare gli avvisi per il pagamento del canone per i terreni gravati da uso civico. L’amministrazione comunale pollese ha infatti imposto il pagamento, suscitando i dubbi e l’ira di alcuni proprietari terrieri disinformati sul dazio da versare all’ente. A gettare benzina sul fuoco è il gruppo extra consiliare di “Insieme per Polla” che attraverso un manifesto di protesta, incita i destinatari di tali avvisi di pagamento a ribellarsi. “La questione di legge- è stata risolta dalla delibera di Consiglio comunale del 21 gennaio 1994,con riferimento a una legge del 1974, che ha dichiarato estinti i rapporti nei quali il Comune risulta “concendente o livellario” e che, oggi, non essere messa in discussione in alcun modo. E’ un atto illegittimo, pollesi difendete i vostri diritti- recita così un ennesimo manifesto che mette sotto torchio l’amministrazione. In un certo senso la vicenda fu rimessa in discussione dall’attuale maggioranza in giunta lo scorso agosto con una delibera che stabiliva le misure e le percentuali di pagamento dei canoni di locazioni a privati che avevano ereditato o semplicemente acquistato un terreno agricolo in passato di proprietà del Demanio. La legge a tal proposito risale al 1927, poi rivista ed infine estinto il rapporto. l’Ente richiedente, però, può provvedere ad una ricognizione delle singole diverse posizioni relativamente alle quali risulti titolare di canoni, censi, livelli o altre pretese del genere, al fine della riscossione degli stessi. Sulla questione è stata interpellata l’amministrazione, con il Sindaco Giuliano che si è reso disponibile a replicare e per spiegare la necessità di tale misura.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#