Match Salernitana- Messina: lancia un petardo. Arrestato 27enne. Proposto il DASPO per due salernitani

Gli agenti della Polizia di Stato, in servizio presso lo stadio Arechi nel corso dell’incontro di calcio Salernitana – Messina, valevole per la Coppa Italia di Lega Pro, sono intervenuti, per fermare un tifoso salernitano il quale aveva lanciato dalla curva sud un petardo che è poi  esploso nel fossato adiacente il rettangolo di gioco. Si tratta di un  27enne salernitano, già noto alle forze dell’ordine per diversi precedenti di polizia, il quale è stato tratto in arresto per lancio di materiale pericoloso durante una competizione sportiva. Attualemente ai domiciliari il giovane sarà giudicato domani  con rito direttissimo.  Prima dell’inizio della gara, inoltre, durante le operazioni di filtraggio, personale dell’Arma dei Carabinieri ha sequestrato agli ingressi della curva sud, due coltelli, di cui uno multiuso e l’altro avente la lama di cm 5,5, contenuti nello zainetto indossato da un 18enne  residente in provincia di Salerno, deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria. Successivamente, le forze dell’ordine hanno identificato  due salernitani rispettivamente di 27 e 30 anno, i quali hanno tentato di accedere agli spalti della curva sud con tagliandi già utilizzati per l’ingresso. Nei loro confronti è stato avviato l’iter per l’irrogazione del provvedimento di Divieto di Accesso alle manifestazioni Sportive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *