Acerra, protesta all’inceneritore contro le ecoballe. Il vescovo: “No a estremismi”

Il vescovo di Acerra ,Mons.  Antonio Di Donna, si dissocia da ogni posizione estremistica che mira al blocco totale dell’inceneritore dove, da domenica sera, alcune centinaia di donne stanno manifestando contro l’arrivo delle  ecoballe di Coda di Volpe di Eboli, bloccando i camion carichi di rifiuti che arrivano all’impianto. Il vescovo, che domenica aveva rivolto un appello a fermare l’invio delle ecoballe salernitane e ad ascoltare le richieste dei cittadini locali, in una nota sottolinea di ritenere “che qualsiasi giusta ragione debba passare attraverso tavoli istituzionali, senza alcun ricorso ad estremismi e a forme di violenza”. Intanto l’assessore regionale all’Ambiente, Giovanni Romano, ha annunciato di aver chiesto alla società provinciale dei rifiuti di Salerno di bloccare i trasferimenti delle ecoballe, in seguito alla richiesta di convocazione di un tavolo tecnico da parte del sindaco di Acerra.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#