Sala Consilina (SA), automobilista “distratto” riparte con l’erogatore di carburante inserito

Fa rifornimento di carburante alla stazione di servizio, e distrattamente riparte con la pistola erogatrice del gasolio ancora inserita nell’apposito alloggiamento del proprio furgone. Il tubo si gomma dell’erogatore si tende per la forza violenta dello strappo, ed alla fine si spezza di netto in due parti. E’ accaduto ieri a Sala Consilina, in una stazione di servizio sita sulla SS19, nei pressi della frazione di Trinità. La clamorosa distrazione, dovuta probabilmente alla fretta, ai tanti pensieri e ai ritmi frenetici che caratterizzano le giornate lavorative di tante persone in questo periodo, si è trasformata in un danno notevole arrecato all’erogatore di carburante e alla stessa stazione di servizio. A causa della rottura dell’erogatore del gasolio si è resa infatti necessaria la chiusura dell’intera colonnina di distribuzione, con conseguente impossibilità di erogare non solo il gasolio ma a anche la benzina, e caos e file si sono inevitabilmente registrate presso la stazione di servizio, con i dipendenti costretti ad utilizzare soltanto la restante colonnina di distribuzione. Fortunatamente il sistema di sicurezza del distributore si è immediatamente attivato, impedendo la fuoriuscita e la perdita di gasolio, che avrebbero potuto causare ben più gravi danni. Ora la distrazione costerà cara in primis all’autista del furgone, che per la verità non appena accortosi di quanto accaduto si è immediatamente fermato, mortificato e sconsolato, ed a sua volta incredulo di aver dimenticato di verificare l’estrazione dell’erogatore dal proprio mezzo. L’uomo ha  fornito le sue generalità e i dati della sua assicurazione, ed in giornata presso la Stazione di Rifornimento salese sono attesi i tecnici che dovranno prima quantificare il danno subito dalla colonnina di distribuzione e poi provvedere alla sua riparazione.  Di certo l’ennesima dimostrazione della necessità di restare concentrati quando si è alla guida di un’autovettura o di un automezzo, congelando il più possibile pensieri e distrazioni: basta infatti davvero poco per causare danni a se stessi e agli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#