Polla, servizio di refezione scolastica: le precisazioni della ditta “Lucana Servizi”

Sulla vicenda della mensa scolastica di Polla, alla quale era stato dedicato un comunicato stampa pubblicato sul sito istituzionale del comune di Polla, arrivano le precisazioni della ditta Responsabile della ditta Lucana Servizi  SRL, affidataria del servizio. “In primis –si legge in una nota dei responsabili della Lucana Servizi- preme rimarcare che, oltre all’indiscussa qualità, la quantità delle porzioni distribuite dalla Lucana SRL agli studenti è perfettamente conforme alle vigenti norme ed al dettato contrattuale. Prova ne sia il recentissimo controllo effettuato lo scorso 27 Ottobre dai militari del Comando Carabinieri per la tutela della salute (i N.A.S.) di Salerno, il cui verbale è stato trasmesso al Comune di Polla, i quali hanno constatato la perfetta rispondenza, in termini di qualità e quantità degli alimenti e di tecniche di preparazione dei pasti somministrati, al menù predisposto dalla competente ASL”. Dalla Lucana Servizi arrivano poi ulteriori precisazioni sulla contestata ammissione, nei locali adibiti a refettorio, degli studenti che non usufruiscono del servizio mensa. “Lasciamo la valutazione circa l’aspetto “poco educativo” della vicenda al personale docente che tale problematica ha sollevato –si legge ancora nella nota della Lucana Servizi-  tenendo anche in conto che la scelta di non servirsi della mensa possa derivare da una necessità economica delle famiglie degli studenti. La posizione della Lucana Servizi, quale società appaltatrice del servizio di refezione scolastica –continua il documento- non è quella di illustrare le finalità dell’educazione alimentare, ovvero di polemizzare circa la presenza di studenti che di tale servizio non usufruiscono, ma unicamente di offrire tale servizio in sicurezza. Da qui le perplessità espresse dalla società circa la mancanza di sorveglianza su tali studenti, non potendo la stessa ricadere sul personale della stessa”. Secondo Lucana Servizi l’Ente Comunale di Polla, pur ammettendo la carenza di personale preposto, non può tralasciare tale importante aspetto della vita scolastica. “La Lucana Servizi –conclude la nota- continua a fornire tale servizio nel rispetto sia delle norme vigenti che del capitolato d’appalto, pur rimarcando come il numero dei pasti effettivamente forniti sia molto al di sotto di quelli previsti, rendendo di fatto il rapporto contrattuale di difficile gestione sotto l’aspetto dei costi da sostenersi per fornire un servizio di qualità”

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *