San Pietro al Tanagro : maggioranza e opposizione unite per i Forestali

Si è svolto nella serata di ieri a S. Pietro al Tanagro il Consiglio comunale straordinario che ha visto la maggioranza e l’opposizione firmare congiuntamente la mozione all’ordine del giorno, evento più unico che raro. Sul tavolo un problema che coinvolge molti lavoratori del Vallo di Diano, tra i quali più di trenta residenti proprio a S.Pietro: il ritardo del pagamento degli stipendi da parte della Comunità Montana Vallo di Diano. Si tratta di cinque mensilità arretrate, oltre alla quattordicesima del 2013 ancora non corrisposta; soldi che dovrebbero arrivare dalla Regione Campania, che ha le mani legate in quanto vincolata al Patto di Stabilità imposto dall’Unione Europea a tutti gli Stati membri. La richiesta di sforare il suddetto Patto per risolvere la questione è considerata impraticabile dal governatore Stefano Caldoro. Il documento congiunto dei gruppi consiliari PD e Noi San Pietro chiede di modificare la convenzione che l’Ente Comunità Montana ha stipulato con l’Istituto Tesoriere, per garantire ai forestali l’anticipazione delle retribuzioni (attestate come crediti certi, liquidi ed esigibili) presso una banca di proprio gradimento con un tasso del 4%, come garantito dal Tesoriere dell’Ente Montano, con un importo massimo di 4000 euro, corrispondente a circa quattro mensilità. In aggiunta, il Consiglio Comunale di S. Pietro s’impegna a promuovere ogni azione utile al fine di risolvere il problema e a farsi promotore, tramite il Verbale di Deliberazione consiliare, presso tutte le amministrazioni comunali della Comunità Montana Vallo di Diano. Al Consiglio era presente anche una delegazione di lavoratori, che hanno avuto modo di esprimere, anche in maniera accorata, le loro idee in merito alla proposta.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#