Regione Calabria, scorre sangue “salese” nel candidato Governatore Cono Cantelmi!

Manca ormai davvero poco alle Elezioni regionali in Calabria: domenica prossima, 23 novembre, dalle ore 7 alle 23 i cittadini calabresi saranno chiamati alle urne per esprimere il proprio voto e scegliere il futuro Presidente. Quello che pochi sanno è che uno dei candidati al ruolo di Governatore ha radici saldamente ancorate nel Vallo di Diano: si tratta di Cono Cantelmi, 41enne candidato del Movimento 5 Stelle alla presidenza della Regione Calabria.

Cono Cantelmi

Il papà di Cono, Michele Cantelmi, è originario di Sala Consilina, dove la sua famiglia, residente nel cuore del centro storico cittadino, è molto conosciuta. Michele, 70 anni, è cresciuto a Sala Consilina ed ha lavorato alcuni anni per l’azienda di Stato dei Telefoni, poi assorbita dalla SIP, la cui sede era ad Atena Lucana. Poi il trasferimento lavorativo prima a Praia a Mare, e poi a Catanzaro, dove ha conosciuto la moglie Natalina, e dove si è sposato. A Sala Consilina resta la sorella Giuseppina, sposata con il vice presidente dell’Associazione Allegra Core Lucio Mori, ed a Sant’Arsenio vive l’altro fratello Santino, anche lui sposato. Il nonno paterno di Cono era ovviamente originario di Teggiano, come il nome del candidato Governatore (chiaramente scelto in suo onore) suggerisce, la nonna paterna invece di Sala Consilina. Sia papà Michele che lo stesso Cono tornano spesso a Sala Consilina, ed il legame con il Vallo di Diano è rimasto indissolubile. In un momento nel quale è davvero difficile trovare rappresentati del Vallo di Diano candidati a ruoli istituzionali, la notizia che uno dei candidati alla presidenza della Regione Calabria è per metà originario di Sala Consilina si è diffusa velocemente in città, ed è stata accolta con simpatia e anche un po’ di orgoglio dai salesi. Certo la missione dei Grillini in Calabria non è delle più semplici, ed i sondaggi non sono favorevoli. Ma Cono, per amici e familiari “Nuccio”, affronta la sfida con grande entusiasmo, riassunto nello slogan “dateci una mano a cambiare questa terra!”. Tra i segnali di cambiamento proposti, il primo è già un biglietto da visita: i Consiglieri del M5S che verranno eletti alla Regione Calabria percepiranno soltanto 2.500 euro netti al mese. La restante parte verrà devoluta in un fondo destinato alle emergenze abitative: di questi tempi, è un gran bel segnale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#