Lauria: sottrae 130mila euro alla cooperativa sociale, nei guai il presidente

La Compagnia della Guardia di Finanza di Lauria, nell’ambito delle attività svolte a tutela della spesa pubblica, ha sottoposto a controllo la gestione di una Società Cooperativa Sociale, avente sede in un Comune della Val d’Agri. Sono così emersi illeciti comportamenti posti in essere dall’ex presidente del Consiglio di Amministrazione, consistiti nell’indebita appropriazione di somme di denaro per l’importo di euro 129.200, sviandoli dalle finalità proprie della società.
L’accurata indagine condotta dalle Fiamme Gialle lauriote, coordinata dal pm Francesco Greco della Procura della Repubblica di Lagonegro, è stata sviluppata tramite l’approfondimento della gestione finanziaria della Cooperativa, l’analisi della contabilità e dei rapporti bancari, nonché attraverso l’escussione in atti degli attuali responsabili. L’esito degli accertamenti ha consentito di accertare che l’ex presidente del Consiglio di Amministrazione, delegato ad operare sui conti correnti intestati alla cooperativa sociale, si è appropriato, dal 2011 al 2013, di 129.200 euro, sottraendoli alle finalità proprie della società. Sono stati effettuati ben 90 bonifici dal conto corrente della cooperativa a favore del conto corrente personale del predetto incaricato di pubblico servizio, in assenza di riscontri contabili che giustificassero tali movimentazioni e ricorrendo a causali vaghe, quali “integrazione fondo cassa” e “rimborso presidente”. Il predetto soggetto è stato, pertanto, segnalato alla Procura della Repubblica di Lagonegro per il reato di peculato – art. 314 c.p.. La Cooperativa, già iscritta all’Albo regionale delle cooperative sociali della Regione Basilicata alla sottosezione A (gestione di servizi socio-sanitari ed educativi), si occupa, senza perseguire finalità lucrative, dell’ospitalità a minori che vivono in situazioni di disagio familiare e/o sociale, operando sempre su indicazioni da parte di enti pubblici.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#