La dieta mediterranea protagonista a Contursi. Presente Alberto Fidanza

Le interviste realizzate a Contursi per la dieta mediterranea.

 

Per un giorno Contursi è stata la capitale della dieta mediterranea. Al talk show, condotto da Aldo Primicerio, organizzato dal Comune di Contursi, si sono ritrovati tantissimi esperti, dalla sanità al mondo delle professioni, alla politica e alle istituzioni, per discutere di un sistema di opportunità nuove. Contursi punta a divenire centro di eccellenza per la formazione e la ricerca relativa alla dieta mediterranea, grazie ad un finanziamento di 9 milioni di euro ottenuto dalla Regione, fondi che consentiranno di recuperare la struttura del Parco delle Querce, restituendo alla comunità un bene confiscato, e realizzando al suo interno un laboratorio per lo studio della dieta, un luogo per sostenere e realizzare la ricerca scientifica. Insieme al sindaco, Graziano Lardo, erano presenti  personalità del mondo politico ed istituzionale, con l’intervento del Presidente della Regione, Stefano Caldoro, che ha sottolineato l’unicum che offre proprio la città delle terme. “Ci sono luoghi sui quale è impossibile non puntare, come questo, per far crescere il territorio, per sostenere lo sviluppo e creare occupazione – ha detto Caldoro – Il nostro impegno, è e sarà massimo”. In sala anche l’ultimo testimone del gruppo di Ancel Keys, il professore Alberto Fidanza. In collegamento con Boston, invece, Immaculata De Vivo, Capo team di scienziati della Harward Medical School di Boston, che ha scoperto nel nostro dna il legame tra dieta mediterranea e longevità. “L’incontro che abbiamo tenuto, le personalità che abbiamo ascoltato, sono stati fondamentali in questa fase – dice il sindaco, Graziano Lardo – Siamo prossimi alla indizione di un bando di gara per la realizzazione del Centro di eccellenza internazionale della dieta mediterranea, non solo per rifare la struttura del Parco delle Querce, ma anche un bando per la gestione di questo progetto. Una fase delicata nella quale bisogna decidere le linee da dettare e questa giornata è stata utile ad avere precise indicazioni, provenienti da chi opera sui nostri territori, nei vari settori, e che sarà parte di questo processo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#