Salerno, condannato ed espulso il tunisino che sbarcò in Italia con un migliaio di migranti

E’ stato condannato a due anni di reclusione dal Tribunale di Salerno ed è stato espulso dall’Italia lo scafista tunisino di 28 anni, che sbarcò in Italia insieme ad un migliaio di migranti il 19 luglio 2014. A seguito dell’arrivo di una nave della Marina Militare Italiana presso il Porto di Salerno, nell’ambito dell’operazione “Mare Nostrum”, il giovane scafista tunisino fu immediatamente individuato, identificato ed arrestato dal personale della Polizia di Stato appartenente all’Ufficio Immigrazione ed alla Squadra Mobile della Questura di Salerno. Nella giornata di ieri, il Tribunale di Salerno ha emesso la condanna a 2 anni di reclusione concedendo il nulla osta all’espulsione, provvedimento puntualmente emesso dal Prefetto di Salerno. Nella giornata di oggi, sarà accompagnato presso il Centro Identificazione ed Espulsione di Caltanissetta per il successivo imbarco alla volta di Tunisi.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#