Disabile azzannato da due cani, il sindaco di Polla: “Sono curati, qualcuno li ha abbandonati”. Continuano le indagini

Due pastori tedeschi, pelo lucido, curati e non certo denutriti. Due cani che qualcuno ha curato per diverso tempo anche se privi di microchip. Anche perché si tratta di due animali di razza. E’ questo l’identikit dei due pastori tedeschi che ieri pomeriggio hanno addentato i polpacci del 45enne diversamente abile polese. L’uomo è stato portato all’ospedale e curato. Ma il terrore per lui, per quanto accaduto, resterà a lungo. Se non fosse intervenuto il padre la situazione poteva essere ancora più drammatica. Sul posto, subito l’aggressione è arrivato, oltre agli agenti della Polizia locale, il veterinario dell’Asl e i rappresentanti del canile pollese, anche il sindaco Rocco Giuliano. E’ amaro il suo commento. “Sono due cani curati, due esemplari di razza e quindi si vede chiaro che qualcuno li ha accuditi per diverso tempo. E’ evidente che pur privi di microchip avevano un proprietario che li ha abbandonati”. Quindi l’appello. “Chi possiede questi splendidi cani non li abbandoni, innanzitutto per l’amore per gli animali, poi perché potrebbero rappresentare un problema all’incolumità della popolazione e infine perché rappresentano anche un costo per la Comunità”. Il Comune di Polla, infatti, da tempo, secondo quanto sostenuto dal primo cittadino, è in prima linea per la lotta al randagismo. “Sosteniamo costi onerosi per cercare di contrastare il fenomeno. Abbiamo svolto un lavoro di censimento importante ma occorre anche l’aiuto della popolazione”. Continuano, infine, le indagini per cercare di risalire al proprietario dei due cani che sono “ospiti”, in questo momento nel canile pollese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#