Calcio violento: colpisce con un palo di legno l’auto dei tifosi della Battipagliese. Arrestato ultrà dell’Agropoli

Al termine della partita Agropoli-Battipagliese, giocata ieri pomeriggio allo stadio Guariglia, G. T., 42enne di Agropoli, ha atteso i tifosi della Battipagliese alla fine del viale di accesso allo stadio. Al passaggio dei tifosi, l’uomo ha divelto un palo di legno da una recinzione vicina, colpendo una delle autovetture dei tifosi della Battipagliese che stavano tornando a casa. Tale gesto provocava l’immediata reazione dei tifosi battipagliesi che scendevano dalle auto con l’intento di aggredire l’uomo, mentre contemporaneamente i tifosi agropolesi, ancora all’interno dello stadio, cercavano di forzare le uscite per dare manforte al proprio compagno.

Solo l’immediato intervento dei militari della Compagnia di Agropoli consentiva di evitare che tale gesto sconsiderato degenerasse in feroci scontri. Infatti, mentre un’aliquota di Carabinieri faceva ripartire la colonna con i tifosi della Battipagliese, un’altra impediva ai tifosi agropolesi di fuoriuscire dai propri settori. Il G.T. veniva quindi immediatamente arrestato per aver utilizzato un palo di legno creando un concreto pericolo alle persone in occasione e a causa di una manifestazione sportiva, sia per aver violato il D.A.SPO. Infatti il G.T. era gravato dal provvedimento del divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono le manifestazioni sportive per 18 mesi, emesso dal Questore di Salerno a ottobre del 2013, quando il G.T., durante la partita Agropoli-Akragas, in qualità di capo ultras dell’Agropoli – secondo quanto riferito dalle forze dell’ordine, aveva invaso il campo da gioco, danneggiando le recinzioni e, al termine della partita, aveva imposto ai giocatori di togliersi la maglietta della società per uscire dallo stadio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *