IMU sui terreni agricoli. L’intervento del Comune di San Pietro al Tanagro

 

Il Comune di San Pietro al Tanagro interviene in merito all’IMU sui terreni agricoli e lo fa, con una delibera di giunta, per cercare di risollevare gli agricoltori dalla loro gravosa situazione. San Pietro al Tanagro è stato classificato come Parzialmente Montano, per cui dal 2015 tutti i possessori di terreni agricoli, che non siano coltivatori diretti oppure imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola, dovranno pagare. Con tale delibera il  Comune ha deciso di ritenere corretta la non applicazione delle sanzioni e gli interessi per la fattispecie di ritardato adempimento dell’obbligazione tributaria relativa all’IMU sui terreni agricoli sino al 25 marzo 2015 o ad altra data posteriore qualora venga adottata dalle norme statali. Il Comune, inoltre, chiede al Ministero dell’Economia e delle Finanze ed al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali di sospendere i pagamenti dell’IMU agricola con scadenza al 16 giugno 2015 e di rivedere i criteri che definiscono le aree esentate dal pagamento dell’IMU sui terreni agricoli al fine di pervenire ad una più equa imposizione fiscale che permetta di esentare le aree, non solo quelle montane individuate dall’elenco ISTAT, in cui l’attività agricola rappresenta un comparto ancora in difficoltà, sebbene fondamentale per la tenuta sociale, economica e idrogeologica. Infine il Consiglio Comunale comunica di mandare la presente delibera alla Comunità Montana Vallo di Diano ed ai comuni in essa ricadenti al fine di condividere un’azione congiunta  con la partecipazione della Regione Campania, del Governo nazionale e dell’Unione Europea.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *