Lingua dei Segni, il Comune di Polla abbatte le barriere della comunicazione

Il Comune di Polla è da tempo vicino alla comunità dei sordi del Vallo di Diano con azioni di sostegno all’integrazione tra mondo non udente e mondo udente. Il Consiglio Comunale  della cittadina ha adottato infatti,  con una delibera dello scorso febbraio su proposta del Consigliere alle politiche sociali, Rosaria Sinforosa, ha una deliberazione, all’unanimità, per il riconoscimento della lingua dei segni Lis come strumento di comunicazione e di estrinsecazione di un diritto naturale. La delibera verrà inoltrata al Presidente del Consiglio Renzi, ai parlamentari della Provincia di Salerno ed alla Regione Campania, affinchè il Parlamento adotti una legge per riconoscere la lingua propria della comunità dei sordi, favorendo l’integrazione, la comunicabilità ed il non isolamento.  “Un atto nobile” così definisce il documento adottato dal consiglio comunale pollese, il Sindaco  Rocco Giuliano. Da aggiungere, inoltre che Polla è il primo Comune della Regione Campania ad aver deliberato in merito e ad esso si aggiungono altri pochi Comuni italiani che hanno dato corso a tale iniziativa tramite adozioni di delibere di consiglio comunale. Anche la nostra emittente, abbatte le barriere della comunicazione con l’edizione del Tg Lis, il tg curato da Franca Loffredo e Cassandra Edmondo dedicato alla lingua dei segni in onda quotidianamente dopo il tg della sera di Italia2Tv.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#