Calcio&accuse: il presidente del Buonabitacolo scagiona i tifosi del Padula: “Nessuna invasione”

“Non c’è stata alcuna invasione di campo, né violenze”. Giuseppe Marchesano scagiona i tifosi del Padula dopo le accuse ricevute nei giorni scorsi in seguito alla partita Buonabitacolo-Sapri. I tifosi del Padula avevano raggiunto Buonabitacolo per assistere al match, e si erano posizionati lungo il fiume esterno in quanto la sfida era a porte chiuse per motivi di sicurezza. Da lì, ovvero una decina di metri e con un fiume a separarli dal campo (con l’aggiunta di una rete divisoria), i tifosi del Padula – che con il Sapri e il Rofrano si sta giocando il campionato di Seconda Categoria – hanno incitato il Buonabitacolo (che alla fine ha pareggiato). La settimana precedente – occorre aggiungere – si era giocata Sapri-Padula con strascichi polemiche e accuse su Facebook e da questa sfida, oltre che dalla rivalità in classifica, il livello di allerta è stato alto (tanto è dimostrato dalla presenza di diversi carabinieri sul posto anche solo per una partita di Seconda categoria). Si sono sentiti diversi petardi ma nulla più. “Sono state dette menzogne – attacca il patron del Buonabitacolo -. Non c’è stata invasione, non c’è stata violenza. Il mio rammarico è tanto fumo di fronte a una partita di calcio e il fatto che i nostri non abbiano potuto assistere all’incontro. I tifosi del Padula sono stati molto calorosi ma ripeto non hanno fatto quello che gli viene imputato”.  Altro capitolo sulla vicenda. Ora speriamo che a parlare sia solo il pallone.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#