Danni al Cimitero di Sala Consilina. Il Comune chiede lo stato di calamità naturale

Il comune di Sala Consilina richiede lo stato di calamità naturale e lo stato di emergenza a seguito dei danni registratasi nel cimitero comunale e nell’area circostanze, provocati lo scorso 6 marzo dalle forti raffiche di vento che investirono la cittadina. Numerosi gli alberi sradicati ed abbattuti dal forte vento e tanti altri ancora in una situazione di instabilità. Il giorno dopo l’evento quasi apocalittico, il Sindaco di Sala Consilina, Francesco Cavallone  ha disposto la chiusura d’urgenza del cimitero comunale e delle aree circostanti. I danni provocati dal maltempo, ammontano, si legge in una delibera di Giunta del Comune di Sala Consilina  “ ad oltre 1 milione di euro per le sole infrastrutture pubbliche”. La richiesta di stato di calamità naturale e dello stato di emergenza è stata indirizzata al presidente del Consiglio dei Ministri, al Presidente della  Regione Campania e al Prefetto di Salerno affinché ciascuno per le proprie competenze dichiari  lo stato di calamità naturale che ha colpito l’intero territorio del Comune di Sala Consilina. Il maltempo, sempre a Sala Consilina, ha danneggiato numerosi ulivi alcuni posti in terreni adiacenti alle strade cittadine. A essere danneggiati anche i tetti di alcune abitazioni, con tegole   cadute dai tetti delle abitazioni e  pannelli solari e antenne paraboliche completamente distrutte.

LEGGI LA DELIBERA DI GIUNTA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#