Allarme della Uil: “All’ospedale di Polla è a rischio il punto nascita”

La Uil lancia l’allarme in merito alla possibile chiusura del Punto nascita a Polla. Lo fa attraverso un comunicato che commenta il recente Piano ospedaliero. “La scrivente Organizzazione Sindacale – scrive – denuncia l’ulteriore smacco subito dall’Ospedale di Polla, unica realtà sanitaria di questo vasto territorio, in cui nella bozza di nuovo piano ospedaliero sparisce il punto nascita. Verrebbe da commentare: nulla di nuovo sotto il sole del Vallo di Diano. Sembra una banalità questa affermazione, ma per chi subisce sulla propria pelle questi fatti risulta essere di una drammatica evidenza, a cui occorre assolutamente e velocemente porre rimedio”. Poi l’appello del sindacato e della Segreteria provinciale Raffaele Albano e Lorenzo Conte. “La pubblica opinione valdianese deve mobilitarsi indignata per questo ulteriore esproprio che non tiene in nessun conto delle specificità territoriali del Vallo di Diano e dell’avvenuta chiusura di altri 2 punti nascita viciniori di Eboli e di Oliveto Citra. L’equilibrio finanziario  nella Sanità nella Regione Campania continua a realizzarsi non attraverso il taglio degli sprechi ma esclusivamente attraverso la sottrazione di servizi essenziali alle popolazioni periferiche”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#