Energia Elettrica Pubblica a Sassano, Nicola Trotta risponde all’Amministrazione Comunale

Dopo il comunicato stampa (pubblicato da Italia 2 TV) dell’amministrazione comunale di Sassano sui consumi relativi all’Energia Elettrica Pubblica a Sassano, arrivano anche le precisazioni di Nicola Trotta, autore di diversi studi sulle spese pubbliche dei Comuni del Vallo di Diano.

“Ritengo di dover rispondere al Comunicato Stampa del Comune di Sassano, in quanto “autore” dell’approfondimento sulla spesa pubblica dei comuni del Vallo, poi ripresa da alcuni organi di informazione. I distinguo dell’amministrazione sassanese fanno porre qualche domanda in più.
Intanto, chi ha pubblicato – correttamente – per primo i dati reperibili sul sito “soldipubblici.it” ha preso quelli che sono i “numeri” su un sito di servizio del Governo Italiano che “vuole promuovere e migliorare l’accesso e la comprensione dei cittadini sui dati della spesa della Pubblica Amministrazione” ed elabora gli input forniti dalle singole amministrazioni in base a codici di riferimento, e per la voce ricercata, che, nel caso specifico, era : utenze e canoni per energia elettrica.
Val la pena leggere la stessa F.A.Q. pubblicata dal sito: “…Quali sono i dati su cui opera Soldipubblici? Si tratta dei dati della piattaforma SIOPE,sulla quale ogni Tesoriere dell’Ente, cioè chi cura materialmente le operazioni, riporta ogni giorno i pagamenti effettuati. Cos’è SIOPE? SIOPE (Sistema informativo delle operazioni degli enti pubblici) è realizzato sulla base di una convenzione tra la Ragioneria Generale dello Stato e la Banca d’Italia, con l’obiettivo di rendere disponibile un archivio di informazioni riguardante gli incassi e i pagamenti delle Amministrazioni pubbliche…”. Insomma i numeri li da il Comune e su questi si ragiona.
Il Comune di Sassano nel 2014 ha speso per le utenze il 133% in più della media procapite nazionale.
Siamo grati a Pellegrino che “chiarisce” anche le singole voci di costo. Da queste scopriamo un altro dato interessante: solo qualche mese fa (marzo 2014) il comune (quindi il suo rappresentate legale) autorizzava la liquidazione di una fattura relativa ad una determina in cui si certificava l’esistenza sul territorio comunale di 2000 punti luce (saldando 1 € per ogni punto luce certificato: tot. 2000). Ora si scopre, che i punti luce in più sono circa 200.
Viene da chiedersi dove sono stati installati, visto che il centro storico ha vaste aree non illuminate.
Considerando che ogni punto luce ha un costo di 210,5€ l’anno, il Sincaco Pellegrino ci fa quindi sapere che la pubblica illuminazione a Sassano nel 2015 subirà un aumento di circa 38.000 €”.

Nicola Trotta

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#