Punto nascita di Polla. Ecco da dove ha origine l’allarme per la possibile chiusura

11087252_10205875114579963_929194604_oEcco la slide dalla quale nasce l’allarme della Uil in merito ala possibile soppressione del Punto nascita dell’ospedale di Polla. La slide è a pagina 19 del documento presentato dalla Regione Campania in merito al nuovo piano ospedaliero. E riguarda, come è evidente, la “Rete neonatale”. La soglia per “chiudere un Punto nascita” è come si legge nel riquadro viola 1.ooo. A Polla nel 2014 sono nati 411 bebè (in crescita di circa 40 rispetto al 2013). Ben al di sotto, quindi della soglia. Ma – per fortuna – esistono delle deroghe. Che si possono leggere in basso a sinistra nel rettangolo. Deroghe che possono essere date alle zone cosiddette disagiate e in questo caso sono (Ariano Irpino, Piedimonte Matese, Sessa Aurunca, Sapri e Vallo della Lucania). Non c’è Polla. Da qui nasce la preoccupazione e l’allarme della Uil. Lorenzo Conte, segretario provinciale ribadisce. “Confidiamo nelle smentite finora espresse, ma attendiamo i fatti, perché finora i fatti non parlano di Polla”.  Naturalmente si tratta di una bozza e tutto può essere modificato, ma l’attenzione comunque non può che essere massima.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#