Rapina di Casalbuono: badante cerca di fermare i malviventi colpendoli con una scala. E’ caccia all’uomo

Emergono nuovi particolari dalla rapina messa a segno questa mattina nell’Ufficio postale di Casalbuono. I ladri  hanno agito questa mattina prima delle dieci. I due – secondo quanto raccontato da un testimone – sono arrivati a bordo di uno scooter. Uno dei due aveva il volto coperto, l’altro no. Hanno tentato di entrare ma hanno avuto difficoltà di aprire la porta a causa della maniglia difettosa. Hanno cominciato quindi a colpire con un’ascia e un bastone di notevoli dimensioni il vetro della porta, rompendolo. Intanto all’interno dell’Ufficio si è scatenato il panico. Nella piazza centrale del paese dopo aver ascoltato i forti rumori si sono affacciati in diversi e hanno assistito alla scena. I rapinatori nel frattempo sono entrati nell’ufficio postale portando via diverse decine di migliaia di euro. Infatti hanno agito qualche minuto dopo l’arrivo del portavalori. Una volta all’esterno i due rapinatori, due giovani dalla carnagione chiara, sono stati sorpresi da una badante che, da un balcone posto sopra l’ufficio postale ha scaraventato una scala portatile addosso a uno dei due, colpendolo alla testa. I malviventi però non hanno fatto una piega e a bordo dello scooter sono partiti a tutta velocità verso la strada principale cercando di far perdere le proprie tracce. Nel frattempo è scattato l’allarme. I carabinieri sono arrivati in pochi minuti sul posto e hanno dato vita alla caccia all’uomo. Per ora, però, dei malviventi, dello scooter (forse caricato su un altro mezzo) non ci sono tracce. Gli inquirenti stanno visionando le immagini di diverse telecamere poste lungo la possibile via di fuga.  Sono stati posizionati posti di blocco in tutto il Vallo di Diano e non solo e potrebbero esserci novità in futuro

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *