Truffa on line, la Polizia Postale di Salerno smaschera due organizzazioni

La Polizia Postale di Salerno ha smascherato una rete di truffatori che attraverso comunicazioni giunte via posta ordinaria, intimavano i malcapitati a pagare somme di denaro per “valutazioni online di autovetture” in realtà  mai richieste dagli ignari malcapitati. Sono state centinaia le lettere giunte ai cittadini residenti a Salerno e decine le denunce presentate presso vari uffici di Polizia della città.  La squadra e-commerce della Sezione Polizia Postale di Salerno, diretta dal Sostituto Commissario Alberto Galano, ha avviato accurate e complesse indagini, partendo proprio dalle missive giunte nelle cassette della posta. Il sito web è risultato gestito da una società con sede in Malesia, quindi sembrava che niente si potesse fare per individuare i soggetti che si celavano dietro queste truffe, ma la perseveranza e la professionalità nelle indagini da parte degli dei poliziotti salernitani hanno consentito l’individuazione dei truffatori. Gli agenti della Polizia Postale di Salerno hanno seguito alcune tracce e hanno rilevato la vera identità di coloro che si nascondevano dietro nikname e false caselle di posta elettronica, individuando chi effettivamente aveva ideato questo articolato sistema di truffe; si tratta di un cittadino di 46 anni nato in Provincia di Latina e residente in Sicilia.  Sempre nell’ambito dell’attività istituzionale della Polizia Postale sono stati denunciati per truffa due cittadini residenti a Taranto, i quali attraverso un sito di vendita online hanno pubblicato diversi annunci, ma non hanno mai spedito il bene acquistato dai malcapitati “clienti”. La Polizia Postale invita i cittadini che acquistano prodotti online a prestare molta attenzione, verificando i feedback dei siti di vendita o dei singoli venditori, in caso di aste online, prima di procedere all’acquisto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *