Ospedale di Polla. Botta e risposta tra Squillante e Giuliano, interviene Annunziata: “Ecco come è la situazione”

Sergio Annunziata, presidente della conferenza dei sindaci dell’Asl, interviene in merito al botta e risposta tra il manager Antonio Squillante e il sindaco di Polla, Rocco Giuliano, sul fornitura di nuove attrezzature. “In merito e in verità il sottoscritto si è solo preoccupato di chiedere, di richiedere motivando, di sollecitare e di controllare che nella programmazione e atti aziendali, su rimodulazione e riorganizzazione servizi ospedalieri, venivano individuati come servizi all’ospedale di Polla e stanziate le somme necessarie sia per il laser ad Eccimeri che per il litotritore e relative gare di acquisto”. Annunziata sottolinea il proprio ruolo in questa approvvigionamento di nuovi strumenti: “Sto seguendo e sollecitando affinché tali procedure siano veloci e non subiscano ritardi (con varie motivazioni ad oggi) ,anche perché con queste due attrezzature elettromedicali Polla, come ospedale, diventa centro di riferimento per urologia e oculistica in provincia di Salerno”. Poi la stoccata: “Voglio qui precisare che per l’acquisto del laser ad eccimeri ho dovuto non solo lottare molto la “concorrenza” di altre strutture ospedaliere, ma anche il volere medico che spingevano in questa direzione, cosa che ho sempre segnalato all’amico Giuliano e a metterlo in guardia su rassicurazioni di qualche medico in merito. Su Litotritore, invece,dopo la richiesta del dottor Rubino che in atto aziendale abbiamo recuperato come struttura complessa e inserito nei cinque punti urologia dai nove attuali, ho subito fatto inserire tale acquisto che durante le procedure la gara ha subito qualche rallentamento.Naturalmente i servizi di urologia e oculistica con l’arrivo delle nuove attrezzature devono essere potenziati e riorganizzati. Oculistica va riorganizzata, rispetto ad oggi e al poco numero di prestazioni per la potenzialità del reparto e per l’alta professionalità di tutti i medici e infermieri del reparto, per essere pronti a ricevere le nuove utenze e per eliminare le liste di attese e tempi lunghissimi per un intervento o prestazione”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#