La Guardia di Finanza di Sapri sequestra beni per 4 milioni di euro

La Guardia di Finanza di Sapri ha eseguito un sequestro conservativo di beni per 4 milioni di euro. La misura patrimoniale concessa costituisce un importante punto di arrivo di un’indagine finalizzata a verificare eventuali irregolarità collegate all’erogazione di contributi agevolati dei quali sono risultate beneficiarie le società “NORIT S.r.l.” di Santa Marina e “ITTICA ALENTO S.r.l.” di Ascea, operanti nel settore della pesca e dell’acquacoltura. Tali società erano state destinatarie di quattro  finanziamenti S.F.O.P. (strumento finanziario di orientamento della pesca) di natura comunitaria tra gli anni 2007 e 2008, erogati dalla Provincia di Salerno, nell’ambito del POR Campania 2000 – 2006, il cui obiettivo primario è il conseguimento degli obiettivi della politica comune della pesca. All’esito delle attività è stata trasmessa una notizia di danno quantificato in 4 milioni di euro corrispondente all’importo complessivo dei finanziamenti erogati poichè attraverso il sistema delle false fatturazioni, sono state fatte finanziare opere mai eseguite o eseguite solo in parte, pertanto inidonee a giustificare la spesa  sostenuta  e mancanti gli obiettivi stabiliti dalle risorse comunitarie  E’ stato emesso così un decreto di sequestro conservativo di beni nei confronti dell’amministratore e legale rappresentante delle due società, nonché nei confronti di due pubblici dipendenti e di altri due liberi professionisti che hanno agevolato e garantito l’esito dell’illecita percezione.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *