Cava de’Tirreni, denunciati due rom e una donna italiana per possesso di arnesi atti allo scasso

I servizi di vigilanza effettuati dalla Polizia di Stato a Cava de’ Tirreni, mirati in particolare, al contrasto dei furti nelle abitazioni, spesso commessi da cittadini stranieri di etnia rom, hanno consentito, nella serata di ieri, ai poliziotti del locale Commissariato di Pubblica Sicurezza di sventare un probabile furto, di denunciare tre persone e di sequestrare numerosi arnesi atti allo scasso. La presenza sospetta di tre persone in una frazione collinare di Cava de’ Tirreni non è sfuggita ai poliziotti delle volanti che hanno deciso di controllarli. Alla vista della polizia i tre individui, due uomini ed una donna, si sono allontanati velocemente, per le campagne circostanti, nel tentativo di evitare il controllo. Durante la fuga i tre hanno abbandonato, lanciandolo in una scarpata, uno zaino che è stato recuperato dai poliziotti ed al cui interno erano custoditi diversi arnesi atti allo scasso, idonei a forzare le porte delle abitazioni, che sono stati sequestrati. Ben presto gli agenti hanno raggiunto e bloccato i tre fuggitivi identificandoli per due cittadini rumeni, rispettivamente di anni 21 e 35, e una donna italiana, nata a Roma, di 36 anni, già nota alle forze dell’ordine per alcuni precedenti e recentemente scarcerata, e deferendoli all’Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso. Nel corso dei servizi di controllo del territorio effettuati dalla Polizia di Stato a Salerno e nel territorio provinciale, gli agenti della Sezione Volanti della Questura hanno denunciato a piede libero due cittadini rumeni, rispettivamente di anni 30 e 39, controllati nei pressi di Piazza Vittorio Veneto e sul Corso Garibaldi, risultati inosservanti del foglio di via obbligatorio con divieto di far ritorno a Salerno per tre anni, già emesso nei loro confronti dal Questore di Salerno. I poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Nocera Inferiore, nell’ambito degli stessi servizi, hanno controllato il conducente di un’autovettura, la cui andatura  sostenuta e pericolosa aveva destato la loro attenzione, accertando che l’uomo, un 45enne di pagani, guidava l’auto in stato di alterazione psico – fisica causata da assunzione di sostanze psicotrope. Per tale motivo il 45enne è stato denunciato, gli è stata ritirata la patente di guida ed il veicolo è stato sequestrato. Gli agenti di Nocera Inferiore, inoltre, hanno svolto accertamenti su un tentativo di truffa in danno dell’Inps da parte di due uomini che, mediante l’esibizione di documenti falsi, avevano tentato di ottenere indebiti contributi. I due malfattori sono stati ben presto identificati; si tratta di due uomini provenienti dall’hinterland di Napoli, rispettivamente di anni 36 e 49, che sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, per i reati di sostituzione di persona e tentata truffa.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *