Salerno, al concorso “Mare Nostrum” premiata la scrittura creativa del Liceo MT Cicerone

Ancora una volta la parola vince l’indifferenza e la scrittura, in particolare la scrittura creativa, rimane il modo migliore di fotografare la realtà e di esserne parte. Il racconto “Ai miei sogni non chiedo più nulla” di Carmen Di Donato (IV C del liceo Classico Marco Tullio Cicerone di Sala Consilina), con la collaborazione della prof.ssa Annamaria Colucci, è stato selezionato e premiato ieri a Palazzo Sant’Agostino alla presenza del Presidente della Provincia di Salerno Canfora, del prefetto, della Caritas Diocesana di Teggiano-Policastro e dei dirigenti delle scuole secondarie della provincia.

liceo liceo 3

Il concorso, dal titolo “Mare Nostrum”, era aperto a tutte le scuole e puntava i riflettori sulla difficile situazione degli immigrati. Il premio era diviso in una sezione letteraria ed  una artistica. Il testo di scrittura creativa di Carmen Di Donato  nasce come monologo interiore ed è un racconto lucido, a tratti inquietante, sulla drammatica esistenza di un’anima semplice, coetanea della autrice ma troppo debole per resistere ai duri colpi della vita. Questo un brano del testo: “Non guardo più la luna non lo faccio per non pensare a quanto la mia battaglia sia stata terribilmente persa e maledico me stessa per averci creduto, adesso ho imparato… ai miei sogni non chiedo più nulla”.

liceo 2

Si tratta del terzo riconoscimento nazionale per il Laboratorio di Scrittura Creativa del liceo Classico Marco Tullio Cicerone, dopo quello ottenuto dal Miur e presso il Festival della Letteratura a Firenze. Insomma un ottimo segnale augurale per gli studenti del Cicerone, che sembra davvero essere diventato una fucina di nuovi scrittori.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *