Caso Solimo, continua l’incubo di Sergio. Rinviata l’udienza al prossimo 12 gennaio

E’ stata rinviata al prossimo 12 gennaio la prima udienza dibattimentale del caso Solimo, nel quale l’ex moglie, Tania Polito,  è accusata di sequestro internazionale di minore. Ricorderete la vicenda  del piccolo Francesco Solimo, portato in Venezuela dalla madre e mai più tornato a Sant’Arsenio dove viveva. Quella di oggi doveva essere la prima udienza dibattimentale al Tribunale di Lagonegro. Il rinvio è stato determinato da un difetto di notifica. Nel mese di novembre Sergio Solimo,  aveva lanciato un appello “Offrirò  una ricompensa a chiunque saprà darmi indicazioni utili su dove si trova mio figlio”. Ma da allora nulla si è mosso. Da quasi cinque anni Francesco è in Venezuela e da circa un anno non ha più alcun contatto telefonico con il padre.  Il legale di Sergio Solimo, l’avvocato Enrico D’Amato ha tentato anche un accordo con i legali della donna, “ma dall’altro lato, spiega D’Amato, non c’è stata nessuna risposta”. L’obbiettivo principale dell’avvocato, al momento, è di ridare la possibilità al suo assistito di riabbracciare il figlio. Dal punto di vista dell’iter processuale occorre anche aggiungere che il Tribunale di Lagonegro ha sospeso la patria potestà alla madre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#