Incidente ad Atena Lucana: tecnici comunali sul posto per timore di inquinamento. All’opera una squadra dell’Eni

Sono le 14 circa quando un’Alfa Romeo guidata da un pensionato di Policoro sta transitando lungo la strada statale all’altezza di Atena Lucana. C’è una semicurva a sinistra, subito dopo la galleria, probabilmente il conducente ha un colpo di sonno e va a invadere la corsia opposta. In quel momento dalla parte opposta arriva una cisterna che proviene dalla zona petrolifera della Basilicata. Il conducente vede la vettura, e cerca di evitarla, sterza a destra, ma l’impatto è inevitabile, la cisterna prima tocca l’auto, poi tocca il muro sulla destra e si capovolge. L’auto va a sbattere contro il muro e poi termina la corsa molto danneggiata. Il conducente resta incastrato nella vettura. Il camionista  è illeso, il camion è disteso su un fianco e taglia l’intera carreggiata. Vengono allertati i soccorsi. Sul posto arrivano i carabinieri della Compagnia di Sala Consilina del capitano Emanuele Corda, l’Aliquota Radiomobile con il maresciallo Mario Gentile, i vigili del fuoco del Distaccamento di Sala Consilina guidati da Alessandro Morello e due ambulanze del 118 e dell’Humanitas. Sono due le emergenze alle quali rispondere: la prima è il ferito, la seconda è la perdita del carico (acqua di scarto) dalla cisterna. I vigili del fuoco riescono a togliere il ferito dall’auto, il personale sanitario provvede alle prime cure. Nonostante l’impatto le ferite non sono gravi ma c’è il problema per il trasporto in ambulanza per la mole imponente del ferito. Così serve l’aiuto di vigili del fuoco e carabinieri per riuscire a caricare il ferito in ambulanza e trasportalo all’ospedale Luigi Curto di Polla. Dall’altra parte la perdita dalla cisterna è importante, la strada è attraversata da un fiume di acqua color scuro e il puzzo è acre. Arriva una squadra dell’Eni che inizia la bonifica dell’area con delle particolari schiume. Inoltre arriva anche il responsabile del distretto sud dell’azienda, Ernico Trovato, che assicura che si tratta di rifiuti non pericolosi. Secondo quanto trapelato diretti verso il Napoletano. Nel frattempo viene allertato l’Arpac e sul posto arrivano anche i tecnici comunali per capire la situazione in corso e il possibile inquinamento dell’area. Un pomeriggio davvero complicato, soprattutto per i soccorritori e forze dell’ordine impegnati per tutto il tempo al caldo e con diverse difficoltà da affrontare.

IMG-20150715-WA0010 20150715_153912 20150715_153533 tir tir 2 tir

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#